martedì, 21 agosto 2018

Ultimo Aggiornamento07:05:48 PM GMT



L’INCUBO DELLE RAPINE E DELLA VIOLENZA IN STRADA

E-mail Stampa PDF
rapina1

Tre colpi di pistola. I corpi a terra. Il sangue. Le sirene delle ambulanze.

Nella serata di ieri Roma si è addormentata con un’altra sparatoria per strada. A Torpignattara, periferia Est, una delle zone della movida. Le vittime sono un cinese e sua figlia di meno di un anno, in braccio a suo padre.
Forse la crisi economica, e il conseguente impoverimento di una parte consistente della popolazione, può aver influito sull'aumento di furti e rapine in Italia. Si registra un aumento dei reati predatori, che sono legati alle condizioni economiche delle persone: quindi salgono i furti di generi alimentari di non grande valore, il che significa una minore disponibilità di denaro. Quando si fa fatica ad arrivare a fine mese, possiamo trovarci anche di fronte a reati come il furto di un pezzo di formaggio.
In Puglia il triste primato del vertiginoso aumento di rapine spetta a Foggia, ultima in classifica in tema di vivibilità. Nei giorni scorsi il comandante provinciale dei Carabinieri di Foggia, Vito Antonio Diomeda, ha tracciato un bilancio sulle attività svolte nel 2011. Il totale dei delitti è sceso del 10% rispetto al 2010: 30189 nel 2010 e26984 quest'anno. E' però aumentato del 28% il numero dei reati scoperti. Inoltre a Foggia sono ben 435 le abitazioni oggetto di furti: 52 a Cerignola, 131 a San Severo. Quest'ultima città ha anche il primato dei furti di autovetture: 695 veicoli rubati. Anche gli omicidi sono aumentati quest'anno: 22 (circa il 22%), ma sono di meno quelli legati alla criminalità organizzata. In aumento quelli perpetrati in famiglia. In aumento le rapine: quest'anno 531. Calano le estorsioni: 105 nel 2011 (-36% circa) rispetto al 2010.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna