domenica, 24 settembre 2017

Ultimo Aggiornamento07:05:48 PM GMT



MASSERIA NARDELLI A LOCOROTONDO: TRA CALORE E TRADIZIONE

Sample image
Sample image
Sample image

Ecco il luogo di vacanza che abbiamo sempre sognato: in un trullo, immortalato nella cornice rupestre della valle d’Itria. Anche d’inverno. Soprattutto in queste feste di fine anno. Una vacanza in Puglia conviene…

Vacanza sognata e desiderata soprattutto in quelle lunghe giornate uggiose invernali, quando il lavoro stressa e non appaga, quando lo smog cittadino ti entra pungente nel petto a ritmo dell’ennesimo colpo di tosse. La vacanza sognata desiderata e per molti, in barba alla crisi, agognata.

La Puglia la scorsa estate ha fatto il tutto esaurito. Un degno primato delle bellezze cui la caratterizzano. In particolare il Salento ha riscattato  quella vocazione che da sempre spetta alla regione pugliese: il turismo.

Ma se focalizzassimo l’attenzione solo sulle meraviglie Salentine, correremmo il rischio di non vedere l’altra Puglia: una terra ricchissima di tradizioni, di calore umano, di semplicità e di natura incontaminata. Di cose buone.

Il Gargano, le isole Tremiti sono già note agli stranieri come perle di angolo di paradiso. Ma vogliamo parlare della terra barese?

Ed ecco che dobbiamo necessariamente far tappa nella valle d’Itria… un territorio situato al centro della Puglia, circondata dalle le province baresi, brindisine e tarantine. La sua posizione geografica coincide con la parte meridionale dell'altopiano Murgese. La principale attrazione della valle sono le particolari costruzioni a forma di cono: i trulli. Sono tipiche ed esclusive abitazioni in pietra.

In questa valle le fanno da padrone Ostuni sul mare, Fasano con il suo zoo, Castellana grotte nota per le sue formazioni carsiche sotterranee e non da ultima Locorotondo: un centro agricolo e commerciale appartenente all'associazione de "I borghi più belli d'Italia", chiamato fino a metà ottocento "Luogorotondo" per la caratteristica forma rotonda dell'abitato.

Anche in questi posti l’imprenditoria turistica e agroalimentare ne fanno da padrone. Tra un buon bicchiere di vino doc e tanta allegria  incontriamo un imprenditore che ha creduto davvero a dover investire tutte le sue risorse nel turismo. Quel turismo, però con la T maiuscola dove le energie sono spese tutte per l’ospite turista, l’autenticità dell’accoglienza e la volontà di dover diffondere la cultura e le antiche tradizioni incontaminate dal progresso.

Chi si aspettava che un bad & breakfast scelto casualmente dai contatti visibili su internet, tra mille, potesse riservarci così tante sorprese…

Masseria Nardelli, di Maggi Antonella, situato nel cuore della valle d’Itria a pochi chilometri da Locorotondo in terra barese, paese dalla rinomata fama vinicola. Sarà Bacco o sarà l’aria ma il posto è incantevole e terapeuticamente rilassante. Il prezzo giornaliero è accessibile: si può fare!

Piero ci mostra orgoglioso la sua tenuta e non solo: i ricordi di famiglia e le origini della masseria. In volto qualche saggia ruga che non nasconde il sacrificio, la cura e l’attenzione spese per la ristrutturazione dei trulli, l’amore per la terra e dei suoi prodotti, ma soprattutto per preservare la bellezza incontaminata del luogo. Le foto che  ci mostra raccontano i lavori della ristrutturazione dei quattro trulli: il prima e il dopo e così, da circa un anno, questa masseria è a disposizioni di tutti quei turisti che cercano il fascino della storia. Piero Micele è il marito della dolcissima Antonella, è anche l’amministratore della masseria ma non solo: è il manutentore infaticabile con il suo giovane figliolo Tommaso, inoltre è colui che accoglie, organizza e si preoccupa che agli ospiti non manchino tutte le coccole e le attenzioni che non sono previste in una normale struttura turistica. La cortesia ne fa da padrona: cortesia intesa come consapevolezza che chi è in vacanza ha bisogno del meglio dell’ospitalità.

Al mattino la sveglia è caratterizzata dal profumo dei cornetti, dalle sfogliatine alla crema e confettura, tra farfalle e fiori rigogliosi, dalle uova fresche, dalla crostata di marmellata, biscotti di ogni forma e sapore, succhi di frutta e marmellate di ogni tipo.  Il cappuccino è il caffè serviti dal sorriso gioviale di Tecla e Fabiana donano la giusta carica per organizzare la giornata tra le bellezze del luogo.

Nella fattoria le gallinelle francesi, le anatre selvatiche, Chelly il cagnolone e Diana un adorabile cane da caccia… Uova fresche, vino doc prodotto dal titolare, profumo del barbecue e… tanta, tanta disponibilità mista a generosità. Abbiamo esagerato? Provare per credere!

E sì, c’è anche il camino nel trullo grande della tenuta Nardelli. Cosa desiderare di più?

Questa è la cornice di un quadro meraviglioso: in Puglia, a Locorotondo, natura incontaminata e preservata da ogni tipo di inquinamento. La Puglia rupestre, degli animali selvatici, del grano, del buon vino e l’olio di oliva rinomato. La terra del fotovoltaico e dell’eolico…

Vi anticipiamo che noi ci saremo in questi giorni di fine 2010, felicemente, in compagnia della famiglia Micele: Piero, Antonella, Tecla, Tommaso e Fabiana. Lo sappiamo bene, con loro è non ha prezzo la gentilezza, la cortesia e il calore di questi imprenditori pugliesi, dell’Italia meridionale. Della nostra terra.

Dalla buona terra, la buona gente. Un buon Natale alla Masseria Nardelli, e a chi la abita e la anima con semplicità e generosità autentica.

PRENOTA SUBITO LA TUA VACANZA PRESSO "LA MASSERIA NARDELLI"

Info: contatto cellulare Piero Micele 3338543326

http://www.facebook.com/pages/BB-Masseria-Nardelli/86277314617

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna