sabato, 22 luglio 2017

Ultimo Aggiornamento07:05:48 PM GMT



ESPOSTO DEI LAVORATORI DEL CARA ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA

Interno-tendaCaraMezzanone-300x225

Mentre la CRI mette una croce nera sui lavoratori del Cara, presentato un esposto alla Procura della Repubblica

per far chiarezza e per chiedere giustizia Una parte del lavoratori del CARA di Borgo Mezzanone (Foggia) ha presentato in data 03/02/2012 esposto alla Procura della Repubblica per cercare di preservare il proprio posto di lavoro come sancito dalla legge che invece è messo in discussione dalla Croce Rossa Italiana, vincitrice di un ricorso al Consiglio di Stato e quindi prossima a subentrare al Consorzio Connecting People nella gestione del CARA stesso. La decisione di presentare l’esposto è stata determinata dalla presa d’atto della sussistenza di numerose anomalie nella complessiva procedura che, dopo la sentenza del Consiglio di Stato ha apportato alla sottoscrizione della convenzione con CRI. I lavoratori del CARA hanno specificato nell'esposto alla Procura della Repubblica tutti i fatti accaduti dall'inizio della diatriba tra Connecting People e Croce Rossa ma soprattutto quelli avvenuti dopo il pronunciamento del Consiglio di Stato, ovvero modifica dell'articolo 5 della Convenzione, modifica che avendo reso la convenzione diversa e difforme rispetto a quella prevista originariamente nel capitolato d’ appalto ha acconsentito il colpo di mano della sostituzione integrale di tutti i dipendenti. Il gruppo di lavoratori del CARA attende quindi un pronto intervento della Procura della Repubblica affinchè sequestri tutto il carteggio e tutti i documenti relativi alla gara ed ai vari ricorsi per fare chiarezza sul come sia stato possibile modificare il modello di contratto successivamente all'aggiudicazione.

Per ulteriori informazione potete contattare: 3939263115 Massimo De Luca

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna